Carne avariata ma colorata, sequestrate 23 tonnellate in Sicilia

Carne avariata colorata

Carne avariata colorata, foto fanpage.it

Scoperta choc in Sicilia dove 23 tonnellate di carne avariata sono state sequestrate. Erano state colorate per sembrare fresche

L’apparenza inganna, rcorda il famoso detto, e in alcuni casi può anche risultare pericolosa per la salute. Come accaduto in Sicilia dove carne avariata e in alcuni casi quasi marcita veniva ‘colorata’ ovvero trattata con solfiti e nitrati per conferirgli un aspetto simile a quello della carne fresca. A dispetto del colore rosso vivo però, il prodotto alimentare era già ampiamente ossidato: in tal modo i truffatori ne nascondevano gli effetti, su tutti lo scurimento delle carni. E’ accaduto in Sicilia dove tra Palermo, Agrigento e Trapani, in seguito ad una fitta serie di controlli, i Nas di Palermo hanno individuato e sequestrato ben quattro tonnellate di carni trattate. 23 macellari sono stati denunciati, insieme al direttore commerciale ed al legale di un deposito di carni all’ingrosso di Palermo.

La procedura di occultamento era piuttosto semplice per i truffatori quanto rischiosa per gli acquirenti: le carni, in avanzato stato di decomposizione, venivano presentate come fresche aggiungendo agenti chimici come solfiti che, all’apparenza, le facevano sembrare fresche. Ma gli ignari clienti vedevano solo una colorazione artificiale della carne avariata, al di sotto della quale si nascondevano i guai. Non è la prima volta che accade in Italia, ed in particolare in Sicilia dove alcuni anni fa erano stati messi a segno sequestri di almeno una tonnellata di carni macinate con l’aggiunta di solfiti. In quell’occasione i militari avevano denunciato 13 titolari di macellerie. Ma cosa rischia chi acquista questa carne? le conseguenze possono essere anche piuttosto serie: si va dalle forti emicranie all’ipotensione, dall’orticaria agli attacchi di vomito. E’ soprattutto per questa ragione che l’aggiunta di solfiti, nei limiti previsti per legge, deve essere sempre indicata sull’etichetta, in quanto molte persone risultano intolleranti a questi ed altri agenti chimici.

Daniele Orlandi | Tutti i diritti riservati

Daniele Orlandi

Giornalista pubblicista, mi occupo di comunicazione in tutte le sue forme. Laureato in Comunicazione Digitale collaboro con testate giornalistiche (quotidiani e settimanali, cartacee e online) e sono specializzato in comunicazione sul web, S.E.O., contenuti editoriali indicizzabili sui principali motori di ricerca, comunicazione in real time. Lavoro da tempo con il team di Articoliinvendita, occupandomi della creazione di contenuti editoriali per il web e la carta stampata.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>