Come difendersi dalle truffe online, i consigli per proteggersi

Vademecum anti truffe online

Vademecum anti truffe online, foto larena.it

Come difendersi dalle truffe online? ve lo spiegheremo con una serie di accorgimenti da seguire per proteggere i vostri dati, soldi e computer

Navigare su internet può nascondere una serie di rischi piuttosto seri che, in taluni casi, possono mettere a repentaglio la propria privacy. Come difendersi dalle truffe online? possono essere di differente natura, a cominciare da virus o trojan, alle email civetta, fino ai pop up che celano siti malevoli, ma la finalità nella maggior parte dei casi è una sola. Carpire informazioni private dell’utente per arrivare a sottrargli ingenti quantità di denaro depositate sul proprio conto corrente bancario online, sui conti offerti da servizi come Paypal o ancora da carte prepagate come la Poste Pay. In altri casi invece vengono sottratte le password di accesso ai propri profili personali, come quelli di Facebook, Twitter o Google+, per individuare informazioni personali dell’utente truffato e ricattarlo. Insomma il web è fonte di innumerevoli informazioni ma è anche un mondo ad alto rischio truffe online. Con questo vademecum vogliamo dunque aiutare coloro che cercano di capire come difendersi dalle truffe online nel modo migliore, riducendo ai minimi termini il rischio di un raggiro via web.
Vademecum per difendersi dalle truffe online

– installare un antivirus e dispositivi di filtraggio. Può sembrare scontato ma sono in molti a non avere un antivirus installato sul proprio computer, o in altri casi pur avendolo installato non lo aggiornano con regolarità. Esistono diversi antivirus online totalmente gratuiti e con aggiornamenti periodici, in grado di proteggere il Pc, ma anche tablet e smartphone nel modo più efficace, tenendo alla larga virus informatici provenienti non solo da siti web ma anche da email, cd o dvd masterizzati o dispositivi di archiviazione come chiavette Usb o hard disk esterni. Non dimenticare di attivare il live update o di effettuare manualmente gli aggiornamenti dell’antivirus, sul sito del produttore, è un ottimo modo per difendersi dalle truffe online

– verificare la sicurezza dei siti che richiedono l’inserimento di dati personali. Mai inserire password o altre informazioni personali come numeri di carte di credito, senza aver prima accuratamente verificato che il sito web sia al 100% sicuro e non un clone; oltre alla presenza del prefisso ‘http://’ nell’indirizzo web è bene verificare la presenza dell’icona ‘lucchetto chiuso’ nella barra di stato del browser e che la trasmissione dati sia sicura. Qualora si tratti del servizio di home banking, è bene diffidare da qualsiasi richiesta di variazione della password o di altri codici, che avvenga al di fuori della pagina ufficiale del sito, come finestre di po up o email.

– la password è preziosa quanto un gioiello. Diffonderla significa rischiare di perdere denaro. E’ importante evitare di abilitare il ‘salvataggio automatico’ delle password sul browser così come la funzione di ‘completamento automatico’. Pur essendo più macchinoso, password e Pin vanno inseriti manualmente di volta in volta per una navigazione sicura. E’ il modo migliore per difendersi dalle truffe online.

– proprio come le password, anche i dati personali sono molto importanti ed è consigliabile evitare di divulgarli, ad esempio attraverso i social network come Facebook e Twitter, manna di informazioni per i truffatori e gli hacker. Divulgare la propria email, il telefono cellulare o altri dati personali come indirizzo e data di nascita rende il proprio computer maggiormente vulnerabile agli attacchi esterni.

– aggiornare con frequenza il sistema operativo. I sistemi operativi dei Pc ma anche di tablet e smartphone si possono aggiornare con regolarità installando i pacchetti aggiuntivi resi disponibili dalle aziende produttrici. Installare una patch consente di proteggere il proprio dispositivo in maniera ottimale, incrementando di fatto la sicurezza dei programmi ed evitando che gli hacker possano sfruttare eventuali vulnerabilità per mettere in atto una truffa online. Il download di files deve avvenire esclusivamente dai siti ufficiali, utilizzando un Firewall per proteggersi da eventuali accessi al proprio Pc da parte di terzi che attraverso particolari software chiamati spyware potrebbero introdursi e catturare informazioni personali all’insaputa dell’utente.

– prestare massima attenzione alle email. Oggi se ne ricevono moltissime, gran parte delle quali di carattere pubblicitario e in buona percentuale nascondono una truffe. Come difendersi dalle truffe via email? anzitutto con il buon senso, evitando di aprire mail che paiono sospette e prestando la massima prudenza nell’apertura degli allegati o alle email contenenti link a siti apparentemente noti. Il consiglio è quello di scorrere con il mouse sul link per verificare il vero indirizzo al quale rimanda. Se l’email richiede l’inserimento di codici di accesso al servizio di home banking è importante cestinarla al più presto. Questa tipologia di truffa è conosciuta con il nome di phishing ed è ormai molto diffusa sul web: se l’utente clicca sul link viene portato su un sito fasullo che richiede l’inserimento dei propri codici, catturandolie usandoli per sottrarre il denaro dell’utente

Sicurezza online

Sicurezza online

– la scelta del pin o della password deve essere fatta con cognizione di causa. Anzitutto è bene evitare di usare la stessa password per molteplici servizi. In secondo luogo è importante scegliere un pin o una password alfanumerica che non contenga informazioni personali come la data di nascita, per evitare di usare una password troppo banale. E’ impotante inoltre modificare la password di accesso con una certa frequenza, ad esempio ogni due o tre mesi. Massima attenzione anche all’inserimento della password dispositiva,  verificando sempre che non vi siano anomalie rispetto alle modalità consuete di inserimento, per l’accesso al servizio Internet Banking. E’ un altra modalità utilizzata dagli hacker per mettere in atto truffe online.

– In caso di truffa avvenuta, è bene segnalare l’accaduto nel più breve tempo possibile sporgendo denuncia all’Autorità Giudiziaria o di Polizia perchè vengano avviate rapidamente le indagini. La segnalazione inoltre può aiutare molte altre persone ad evitare il rischio di incappare nella medesima truffa online.

Daniele Orlandi | Tutti i diritti riservati

Daniele Orlandi

Giornalista pubblicista, mi occupo di comunicazione in tutte le sue forme. Laureato in Comunicazione Digitale collaboro con testate giornalistiche (quotidiani e settimanali, cartacee e online) e sono specializzato in comunicazione sul web, S.E.O., contenuti editoriali indicizzabili sui principali motori di ricerca, comunicazione in real time. Lavoro da tempo con il team di Articoliinvendita, occupandomi della creazione di contenuti editoriali per il web e la carta stampata.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>