Come trovare casa per le vacanze sul web

2_1_0_108_1000_534_72097378277154_385

Fino a qualche anno fa per cercare l’appartamento in cui trascorrere le vacanze ci si affidava alle agenzie immobiliari, al passaparola, oppure si andava direttamente sul posto passando al setaccio tutti i cartelli con la scritta “affittasi”. Oggi le cose sono cambiate parecchio. In genere chi ha un appartamento e vuole metterlo a disposizione per l’estate pubblica l’annuncio su uno dei tanti siti che fanno incontrare la domanda con l’offerta per poi gestire le prenotazioni. Dall’altra parte, chi cerca una casa al mare o in montagna, in Italia oppure all’estero, per una settimana o un mese, non deve fare altro che consultare le stesse piattaforme social.

Come si procede, passo dopo passo

I siti sono tanti, così come le offerte. Il consiglio è di chiedere dei preventivi per valutare la miglior offerta tra costi e copertura. Qualsiasi sito si intenda utilizzare, per poter accedere al servizio occorre prima di tutto registrasi creando un proprio account.

Nell’apposito menu a tendina vanno inserite la destinazione prescelta, le date di partenza e di arrivo, il tipo di alloggio (villetta, casa, posto letto) e il numero di persone che andranno a soggiornare.

Occhio a referenze e numero di telefono del proprietario. Se le referenze scarseggiano meglio passare alla valutazione di altri appartamenti. Il numero di telefono del proprietario è molto utile. Fare una chiamata aiuta ad avere qualche ulteriore dettaglio e chiarire eventuali dubbi.

Il prezzo finale è quello indicato sul sito: non può essere richiesto alcun extra se non specificato. Alcune piattaforme vietano non solo che le comunicazioni tra le parti avvengano fuori dal sito, ma impongono anche la prenotazione e il pagamento online. Utilizzare il sistema di pagamento messo in atto dalla piattaforma ha lo scopo di fornire ad entrambe le parti una maggiore tutela. In altre parole, i soldi vengono trattenuti dal sito che li girerà al proprietario solo dopo il check-in.

Non vi è inoltre alcun obbligo di stipulare un’assicurazione, ma è preferibile farlo. Solitamente non hanno costi elevati e proteggono in caso di infortunio, danni all’abitazione o altro.

Al riparo dalle fregature

Cosa c’è di peggio di arrivare sul posto e scoprire che la casa non esiste o che è stata occupata da altre persone? A questa sventura se ne può aggiungere un’altra: il passaggio dei soldi non è avvenuto tramite la piattaforma, ma solo tra le parti e coloro ai quali era stato fatto il versamento si sono volatilizzati portandosi via il malloppo. Le piattaforme, soprattutto se i pagamenti non sono stati fatti attraverso canali dalle stesse predisposti, escludono una propria responsabilità. In linea generale, rispondono di eventuali truffe solo quando, pur consapevoli che l’annuncio inserito sulla piattaforma è uno specchietto per allodole, non provvedono alla tempestiva rimozione. Ci sono “campanelli d’allarme” a cui bisogna fare attenzione: i prezzi troppo bassi, la mancanza del recapito telefonico, una descrizione troppo approssimativa dell’alloggio, il calendario delle disponibilità non aggiornato.

Un altro campanello d’allarme può essere il contatto del cliente fuori dalla piattaforma. E’ opportuno verificare sempre, soprattutto quando si forniscono i dati bancari, che l’email cui si risponde sia quella ufficiale della piattaforma. Attenzione alla richiesta di modalità di pagamento, come il money transfer, che non danno la possibilità di recuperare le somme in caso di truffa. Meglio il pagamento con la carta di credito.

I siti utili

Il più usato è sicuramente www.airbnb.it, oggi presente in 34 mila città del mondo, scelto da oltre 60 milioni di viaggiatori. Altri siti sono: www.mediavacanze.com, www.homeaway.it, www.bedycasa.com, www.interhome.it, www.homelidays.it. Il 92% di quanti li utilizzano è alla ricerca di un soggiorno per le vacanze, ma non manca chi li usa per trasferte di lavoro.

 

 

Mi chiamo Cristiana Lenoci, sono laureata in Giurisprudenza e specializzata nel campo della mediazione civile. La mia grande passione è la scrittura, ho maturato una discreta esperienza sul web e collaboro per diversi siti. Ho anche frequentato un Master biennale in Giornalismo presso l'Università di Bari e l'Ordine dei Giornalisti di Puglia.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>