Evadere il pedaggio autostradale: le tecniche utilizzate dai furbetti

pedaggio autostradale

pedaggio autostradale, onte foto quindicirighe.com

Viaggiare in autostrada senza pagare il pedaggio. Per alcuni esperti furbetti questa rappresenta una abitudine che, però, per fortuna, in alcuni casi viene scoperta e quindi punita. La Polstrada trevigiana ha recentemente presentato i dati raccolti lungo l’autostrada A27, dove a causa del mancato pagamento del ticket si è creato un “buco” di oltre 100 mila euro all’anno. Nel mirino della Polizia stradale sono finite due persone: un uomo senza fissa dimora di 40 anni, che a Treviso passava dal casello autostradale sulla scia della vettura che gli stava davanti (evitando così facendo la somma di circa 4 mila euro), che era solito guidare una macchina intestata ad un prestanome indigente di Reggio Calabria, il quale negli anni aveva accumulato una serie di denunce da parte di compagnie assicurative.

Altra denuncia per mancato pagamento del ticket autostradale (e quindi per relativa evasione fiscale) è scattata nei confronti di una ditta di Milano che non aveva pagato i pedaggi dei propri dipendenti accumulando un totale di 17 mila euro. In conseguenza di ciò, potrebbe scattare il pignoramento di tutti i mezzi coinvolti. I furbetti che evadono il pagamento dell’autostrada utilizzano diverse tecniche: tra le più diffuse, quella di entrare da una porta a pagamento, ritirare il ticket, e uscire seguendo una vettura che si serve del sistema Telepass. Altro metodo consiste nell’uscire da una porta automatizzata inserendo una tessera Viacard scaduta, chiedere l’apertura delle sbarre, ritirare lo scontrino per poi pagare entro una settimana sul sito Internet della società.

Sono tanti gli italiani che ritengono il pagamento del pedaggio autostradale inutile e noioso, ma certo non tutti ricorrono a questi stratagemmi per eluderlo.

Articolo realizzato da Cristiana Lenoci

Mi chiamo Cristiana Lenoci, sono laureata in Giurisprudenza e specializzata nel campo della mediazione civile. La mia grande passione è la scrittura, ho maturato una discreta esperienza sul web e collaboro per diversi siti. Ho anche frequentato un Master biennale in Giornalismo presso l'Università di Bari e l'Ordine dei Giornalisti di Puglia.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>