Governo Renzi contro le false pensioni di invalidità

pensione-001

Ne abbiamo già ampiamente parlato, uno dei problemi che affligge economicamente l’Italia è quello delle false pensioni; i casi non mancano, tanto da essere praticamente all’ordine del giorno. Ma stando alle ultime dichiarazioni del ministro del Lavoro Giuliano Poletti, le cose potrebbero presto cambiare. Tra le misure della spending review programmata dal governo Renzi per racimolare quei miliardi che andranno poi ridistribuiti per generare una crescita economica del Paese, c’è infatti un drastico intervento contro le false pensioni di invalidità.

Poletti lo ha spiegato nel corso di un’intervista al Tg2, specificando che il governo, almeno per il momento, non prevede tagli alle pensioni o nuovi innalzamenti all’età pensionabile. Dunque, anche per quanto riguarda le pensioni sopra ai 2500 euro, non ci saranno tagli. “In questo momento è previsto un intervento contro l’abuso delle false pensioni di invalidità – ha specificato il ministro – interverremo drasticamente per tagliarle“. Parole importanti che, ci si augura, vengano concretamente e al più presto tramutate in fatti per ridurre ai minimi termini il problema dei furbetti che si fingono invalidi per percepire un’indennità, ma in realtà non hanno alcun problema di salute.

Daniele Orlandi | Tutti i diritti riservati

 

Daniele Orlandi

Giornalista pubblicista, mi occupo di comunicazione in tutte le sue forme. Laureato in Comunicazione Digitale collaboro con testate giornalistiche (quotidiani e settimanali, cartacee e online) e sono specializzato in comunicazione sul web, S.E.O., contenuti editoriali indicizzabili sui principali motori di ricerca, comunicazione in real time. Lavoro da tempo con il team di Articoliinvendita, occupandomi della creazione di contenuti editoriali per il web e la carta stampata.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>