La bufala di Temistocle, il finto cugino di Laura Boldrini

temistocle boldrini

temistocle boldrini

Laura Boldrini ‘sfruttata’ per una bufala online: è quella di Temistocle Boldini, il presunto cugino del presidente della Camera che guadagnerebbe 30 mila euro al mese

Il presidente della Camera Laura Boldrini avrebbe un cugino, di nome Temistocle, che guadagnerebbe mensilmente ben 30 mila euro come parcheggiatore. Tutto falso, lo diciamo fin da subito per non alimentare sterili e folli polemiche: quella di Temistocle Boldrini è una delle ultime bufale online che prendono di mira i politici, nella fattispecie Laura Boldrini: facili da realizzare, in questo caso si tratta di un meme condiviso su Facebook e divenuto virale in poche ore, possono diffondersi a macchia d’olio e portare centinaia, ma a volte anche migliaia di persone a credervi. Il presunto cugino del presidente della Camera gestirebbe, stando a quanto riportato, quarantasei cooperative che si occupano di migranti: tanto è bastato perchè il meme iniziasse ad essere inviato da un contatto Facebook all’altro superando ampiamente le 100 mila condivisioni. Ma, solo analizzando più a fondo la cosa si scopre che non solo non esiste alcun Temistocle ma che il volto utilizzato per rappresentarlo nell’immagine postata sui social appartiene nientemeno che a Luciano Sorrentino, prendendo spunto dallo stile di Ermes Maiolica, nome d’arte di Luciano Piastrella, un vero maestro delle fake news

E a quanto pare ci è riuscito, dal momento che per alcuni giorni la bufala è stata condivisa scatenando gli utenti del web e dei social network, pronti a commentare alzando il dito contro la Boldrini. Si tratta però di una sorta di esperimento per mostrare come, nonostante l’evidente falsità di una bufala, possa diventare incredibilmente condivisa nell’arco di poche ore. Per diversi mesi Sorrentino ha provato a produrre, senza successo, delle fake news, finchè non ha deciso di puntare sul presidente della Camera che in realtà è una figura politica da lui sostenuta e difesa anche sui social.

Residente a Loano e volontario presso la Croce Rossa, come è riportato sulla sua pagina Facebook, Luciano Sorrentino ha confermatto di stare “umanamente con la Boldrini, senza sè e senza ma. Nei suoi confronti – ha aggiunto – s’è scatenato l’inferno, il peggio che potesse esprimere questo paese, un concentrato di ignoranza e frustrazione”. Ha anche aggiunto che in seguito all’enorme successo della bufala ha ricevuto migliaia di richieste di amicizia non solo da ogni parte d’Italia ma anche dall’estero. “Ad oggi possiamo dire dopo attenta osservazione – ha concluso – che internet diffonde in egual misura tanto la conoscenza quanto l’ignoranza e la superficialità, questa la personale conclusione dopo l’esperienza da bufalaro”.

Daniele Orlandi

Giornalista pubblicista, mi occupo di comunicazione in tutte le sue forme. Laureato in Comunicazione Digitale collaboro con testate giornalistiche (quotidiani e settimanali, cartacee e online) e sono specializzato in comunicazione sul web, S.E.O., contenuti editoriali indicizzabili sui principali motori di ricerca, comunicazione in real time. Lavoro da tempo con il team di Articoliinvendita, occupandomi della creazione di contenuti editoriali per il web e la carta stampata.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>