Nuova truffa su Facebook: il virus degli occhiali Ray-Ban

Nuova truffa su Facebook il virus degli occhiali Ray-Ban

Nuova truffa su Facebook il virus degli occhiali Ray-Ban

Attenzione al virus che in questi giorni sta circolando su Facebook, è la nuova pericolosa truffa degli occhiali Ray-Ban

L’hanno già soprannominata la truffa degli occhiali Ray-Ban, e sta circolando da diverso tempo sulla piattaforma social Facebook. Si tratta, nella fattispecie, di un virus presente sin dal 2012 sul social network ma che da alcuni giorni a questa parte ha cominciato a diffondersi con maggiore insistenza, sfruttando le festività di Natale 2015 per accalappiare utenti e raggirarli. La truffa degli occhiali Ray-Ban infatti cerca di convincere gli utenti di acquistare a prezzi scontatissimi i noti occhiali da sole; il tutto attraverso un evento diffuso su Facebook, intitolato “Attività di beficenza di Ray-Ban dell’Italia”: con la scusa dell’evento benefico dunque, si propongono agli utenti di Facebook occhiali di marca a soli 19,99 euro sottolineando che l’azienda donerà il 50% dei profitti ai bambini bisognosi.

Un modo efficace per convincere le persone, inconsapevoli del fatto che dietro vi sia nascosta una truffa, ad acquistarne un paio o anche di più, considerato il prezzo di listino di questi occhiali. Si tratta di un’ “ultima versione” del virus, leggermente modificata per invogliare le persone a fidarsi e spendere i loro soldi. Ma guardando con maggiore attenzione la pagina dell’evento, potrete notare la truffa nascosta: è infatti amministrata da “L’istituzione di Ray Ban“, profilo Facebook dietro al quale vi sono truffatori che sfruttando la popolarità del brand cercano di coinvolgere gli utenti a prenderne parte versando una somma per acquistare i famosi occhiali. Questo virus, o meglio malware, può diffondersi in tal modo a grande rapidità e molto spesso la vittima della truffa non si accorge di nulla; infatti se un contatto viene colpito dal virus degli occhiali Ray-Ban celato dietro i falsi sconti vengono in autoatico mandati inviti a tutti gli amici ed in questo modo la minaccia si diffonde in poco tempo di utente in utente. I truffatori cercano in tal modo di spingere gli utenti a cliccare sul pericoloso link con la scusa di proporre loro occhiali da sole a prezzi irrisori: in questo modo potranno appropriarsi indebitamente dei numeri delle loro carte di credito, una volta che verranno inseriti sul sito web civetta.

Come difendersi dalla truffa su Facebook? Anzitutto è bene cambiare la password dell’account Facebook per mettere il profilo al sicuro. Dopodichè bisogna eliminare i post pubblicati in automatico sulla bacheca personale dal malware, segnalando poi la pagina Facebook in modo che i resposabili del social network possano intervenire; per farlo vi è una pagina dedicata.

Daniele Orlandi

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Daniele Orlandi

Giornalista pubblicista, mi occupo di comunicazione in tutte le sue forme. Laureato in Comunicazione Digitale collaboro con testate giornalistiche (quotidiani e settimanali, cartacee e online) e sono specializzato in comunicazione sul web, S.E.O., contenuti editoriali indicizzabili sui principali motori di ricerca, comunicazione in real time. Lavoro da tempo con il team di Articoliinvendita, occupandomi della creazione di contenuti editoriali per il web e la carta stampata.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>