Pericoloso virus informatico via email, cancella i file dell’hard disk

Virus informatico Rombertik

Attenzione ad un nuovo virus informatico che si diffonde via mail. Si chiama Rombertik e se aperto cancella tutti i dati contenuti sul disco rigido

Massima attenzione alle email che leggete e scaricate sul vostro Pc. Da alcune settimane è in circolazione un nuovo virus molto pericoloso, come confermato dal blog dell’azienda di sicurezza informatica Cisco. Si chiama Rombertik ed è un malware diffuso via mail che, se aperto, cancella all’istante tutti i dati contenuti sul disco rigido, in poche parole cancella l’hard disk facendovi perdere tutto quello che avevate salvato su di esso, immagini, video, documenti. Un virus informatico da non sottovalutare dunque, che sta minacciando i sistemi operativi Windos: il malware in questione agisce indisturbato perchè è nascosto, registrando tutte le attività dell’utente e appropriandosi dunque dei dati sensibili di centinaia o migliaia di persone; inoltre Rombertik è in grado, quando un antivirus lo rintraccia, di cancellare i file salvati sul disco rigido: è stato un team di esperti noto con il nome di Talos Group a scovare il virus informatico, che infetta facilmente i Pc in quanto viene spedito tramite mail di spam o pishing, celato da un file Pdf.

Nei fatti l’estensione reale del file è solo mascherata: si tratta di un eseguibile che se aperto viene installato sul computer ed inizia fin da subito a ‘lavorare’, monitorando la vostra attività. Il virus informatico registrerà infatti tutte le volte che si digita qualcosa sulla tastiera; inoltre è in grado di rubare username e password degli utenti e di controllare tutto ciò che viene fatto su Internet. Dal momento che ormai in tanti usano il web per effettuare movimenti di denaro o accedere al proprio conto corrente, il rischio di perdere i dati di accesso all’home banking o al conto Paypal sono molto alti. Inoltre Rombertik non è facile da individuare in quanto si attiva soltanto dopo un’autoinstallazione complessa che ne rende difficile l’individuazione e l’eliminazione. A completare ulteriormente le cose vi sono le conseguenze della sua individuazione da parte di un antivirus: la sua reazione è pericolosa in quanto il virus informatico, anzichè essere eliminato, attacca il Master Boot Record e cancella i dati dell’hard disk, cercando in tal modo di nascondere nuovamente la sua presenza; se anche questa operazione non va a buon fine, Rombertik agisce di nuovo oscurando i dati dell’utente attaccato.

Il codice che dà forma a questo virus informatico è composto da 80 immagini e ben 8000 funzioni che non vengono utilizzate ma servono solo a mascherare l’attività di Rombertik: si tratta dunque di un malware estremamente complesso e difficile da debellare.Massima attenzione dunque: non aprite mail provenienti da desinatari a voi ignoti e soprattutto aprite i file in allegato solo quando certi della loro non pericolosità.

Daniele Orlandi | Tutti i diritti riservati

Daniele Orlandi

Giornalista pubblicista, mi occupo di comunicazione in tutte le sue forme. Laureato in Comunicazione Digitale collaboro con testate giornalistiche (quotidiani e settimanali, cartacee e online) e sono specializzato in comunicazione sul web, S.E.O., contenuti editoriali indicizzabili sui principali motori di ricerca, comunicazione in real time. Lavoro da tempo con il team di Articoliinvendita, occupandomi della creazione di contenuti editoriali per il web e la carta stampata.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>