Rifiuti speciali Puglia, i cittadini di Cerignola scendono in piazza

10341449_265560656960925_2609801344701600662_n

L’agro di Cerignola è il più esteso di Italia, e questa cittadina della provincia di Foggia, adagiata nella Piana del Tavoliere, si regge ancora su un’economia prevalentemente agricola. Ma l’agricoltura si è ormai ammalata, da qualche anno a questa parte, e certo oggi fa impressione guardare le immense distese di grano, vite e alberi da frutto chiedendosi se siano o meno avvelenate.

Nei giorni scorsi in una cava abbandonata nei pressi di Borgo Libertà, un piccolo borgo non lontano da Cerignola, verso la Diga Capacciotti, sono stati rinvenuti rifiuti speciali: con molta probabilità si tratta di materiale radioattivo. Mentre si attendono i risultati definitivi delle indagini, la preoccupazione tra i cittadini di Cerignola e dintorni cresce sempre di più. Oltre alla rabbia, però, la maggior parte dei cittadini cerignolani vuole sapere, essere messa al corrente di quello che sta succedendo e intende chiedere risposte concrete agli amministratori locali.

La Puglia, insieme alla Campania e al Lazio, è tra le Regioni italiane in cui la criminalità organizzata ha vissuto per anni guadagnando dallo sversamento illecito di rifiuti tossici. I cittadini hanno creato per l’occasione un comitato spontaneo, chiamato “Comitato contro l’avvelenamento dell’aria, della terra e dell’acqua”, non ci sono partiti politici all’interno e anche per il giorno della manifestazione, che sarà domenica 11 Maggio, nessuno dovrà sventolare bandiere politiche durante il corteo.

Uno dei componenti del comitato ci tiene a precisare che questo è un movimento apartitico che intende raccogliere in sé tutti i cittadini, partendo dal presupposto che “la monnezza ha lo stesso colore e odore per tutti”, e che gli obiettivi di questa manifestazione sono comuni. La salute e l’economia stanno a cuore a tutti, quindi aldilà di ogni colore politico. Le richieste del neonato comitato sono chiare: una mappatura precisa delle zone in cui sono stati sversati i rifiuti, la relativa bonifica, il censimento delle cave abbandonate, il monitoraggio completo di tutto il territorio.

E inoltre conoscere con maggiore esattezza i dati relativi al Registro dei tumori, per capire l’effettivo incremento del cancro nelle zone di Cerignola. Il corteo si svolgerà Domenica 11 Maggio dalle ore 19.00 in poi con raduno in Piazza Duomo. L’evento coincide con la festa dedicata a tutte le mamme, che speriamo siano in testa al corteo per difendere la propria salute e il futuro dei propri figli.

Mi chiamo Cristiana Lenoci, sono laureata in Giurisprudenza e specializzata nel campo della mediazione civile. La mia grande passione è la scrittura, ho maturato una discreta esperienza sul web e collaboro per diversi siti. Ho anche frequentato un Master biennale in Giornalismo presso l'Università di Bari e l'Ordine dei Giornalisti di Puglia.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>