Truffa nel menù di Natale

caviale

Il periodo natalizio, tra cene e pranzi frequenti sia in casa che fuori, è quello più indicato per le truffe alimentari. Capita spesso, infatti, che chi va al ristorante per trascorrere la vigilia di Natale sia vittima di raggiri proprio sul menù della cena. In occasione delle festività gli agenti del nucleo agroalimentare del Corpo Forestale dello Stato hanno effettuato alcuni controlli su locali e ristoranti della riviera di Pescara. Il risultato è stato questo: chi aveva pensato di mangiare del pregiato caviale nella tradizionale cena natalizia in realtà si è ritrovato nel piatto semplici uova di lompo.

Naturalmente, ignari del raggiro, i poveri clienti hanno pagato un conto salato proprio per la presenza del costoso ingrediente. I ristoratori sono stati condannati per il reato di tentata frode nel commercio, e per loro è prevista dalla legge la pena della reclusione o della multa, poiché hanno consegnato ai clienti una cosa diversa da quella pattuita per origine, qualità e provenienza. Ora i menù sono stati rivisti e la dicitura è stata corretta.

Il consiglio è di tenere gli occhi sempre ben aperti quando si va al ristorante (soprattutto se non lo si conosce), e comunque è sempre meglio evitare i menù durante le feste e optare per genuine ed economiche cene casalinghe. Auguri a tutti!

Daniele Orlandi

Giornalista pubblicista, mi occupo di comunicazione in tutte le sue forme. Laureato in Comunicazione Digitale collaboro con testate giornalistiche (quotidiani e settimanali, cartacee e online) e sono specializzato in comunicazione sul web, S.E.O., contenuti editoriali indicizzabili sui principali motori di ricerca, comunicazione in real time. Lavoro da tempo con il team di Articoliinvendita, occupandomi della creazione di contenuti editoriali per il web e la carta stampata.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>