Truffe online 2018: nuovo messaggio falso su Whatsapp

truffe online whatsapp

truffe online whatsapp

Nuovo anno, stesse truffe online. E Whatsapp resta il canale preferenziale per veicolare i raggiri, con un messaggio fasullo al quale prestare attenzione

Il nuovo anno porta con sè una serie di rischi legati alle truffe online non dissimili da quanto accade da ormai molto tempo a questa parte. Il canale più utilizzato per creare e diffondere i raggiri resta Whatsapp e, negli ultimi giorni, l’app di messaggistica più conosciuta, scaricata ed utilizzata al mondo è stata nuovamente sfruttata per diffondere un messaggio bufala che nasconde molti rischi. Si tratta di una comunicazione che invita l’utente che la riceve a controllare le informazioni, per evitare il rischio di una disattivazione dell’app. L’obiettivo di questa truffa online è quello di provocare nell’utente una reazione istintiva che lo porti ad assecondare la richiesta. In questo modo però a sua insaputa sarà possibile insinuarsi nel suo dispositivo sottraendo dati sensibili; quotidianamente veniamo bombardati da messaggi sulle chat, sui social e dalle email e dunque si tende a prestare sempre meno attenzione alla veridicità dei contenuti.

Whatsapp, come funziona la truffa

Gli hacker ne sono ben consapevoli e con piccoli stratagemmi, giocando sui grandi numeri, riescono a portare decine ma spesso anche centinaia o addirittura migliaia di persone a ‘cascarci’ e farsi raggirare. L’allarme arriva dalla Polizia Postale, che quotidianamente monitora questo fenomeno e che ha lanciato l’allerta legata al finto preavviso di disattivazione dei servizi di Whatsapp. Presi dal panico, diversi utenti potrebbero infatti non fare nessuna verifica relativa alla provenienza del messaggio. Una leggerezza che può costare casa: nel proprio smartphone potrebbero venire installati software occulti, malware o spyware che andranno a sottrarre informazioni personali e dati sensibili, con il concreto rischio di veder prosciugato il proprio conto corrente o di veder utilizzata la propria carta di credito.

Truffe online, i consigli della Polizia Postale

La Polizia Postale conferma che il metodo dell’intimare il controllo delle informazioni di Whatsapp, per evitare la (falsa) disattivazione del proprio account sull’app di messaggistica rappresenta uno dei metodi maggiormente utilizzati, da alcuni mesi a questa parte, dai truffatori telematici. “WHATSAPP. Anomalie, controlla le tue informazioni, il tuo account sarà disattivato. E’ tutto falso non procedere e non condividere”, ha postato la Polizia Postale su “Commissariato di PS On Line – Italia”, con tanto di screenshot del messaggio. Per spiegare a chi riceve questa finta comunicazione che si tratta dell’ennesima truffa online e dunque di non cliccare sul tasto ‘valida’.

Daniele Orlandi

Giornalista pubblicista, mi occupo di comunicazione in tutte le sue forme. Laureato in Comunicazione Digitale collaboro con testate giornalistiche (quotidiani e settimanali, cartacee e online) e sono specializzato in comunicazione sul web, S.E.O., contenuti editoriali indicizzabili sui principali motori di ricerca, comunicazione in real time. Lavoro da tempo con il team di Articoliinvendita, occupandomi della creazione di contenuti editoriali per il web e la carta stampata.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>