Vendite online, l’e-commerce ora è più sicuro

E-commerce

E-commerce

Sono sempre di più le persone che fanno acquisti sul web, privilegiando le vendite online o affiancandole al modo tradizionale di fare shopping. Lo scorso anno il fatturato dei siti e-commerce è stato di 12 miliardi di euro: abbigliamento, turismo, assicurazioni ed informatica i settori più cliccati, soprattutto dalle donne. Sono queste, infatti, le clienti più inclini alle vendite online, a differenza dei maschietti, che invece nutrono ancora qualche timore a fare acquisti utilizzando lo strumento della Rete. Per i più restii e per coloro che ancora non si fidano qualcosa si sta muovendo, per garantire ancora più sicurezza nel settore delle vendite online.

Per essere sicuri che acquistare sul web non ci riservi brutte sorprese c’è bisogno di instaurare un dialogo tra consumatori e aziende “serie”, che diano vita ad un mercato trasparente e concorrenziale a beneficio di tutti. Con tanti negozi che effettuano vendite online, non è facile individuare quelli che hanno una condotta irreprensibile. Per questo si è pensato ad una certificazione che sia in grado di identificare gli e-commerce che si impegnano a garantire nelle vendite online alti livelli di qualità alla propria clientela.

Si chiama “SonoSicuro”, ed è il certificato che l’Aicel (Associazione Italiana commercio elettronico) rilascia gratuitamente agli e-shop associati, dopo un controllo accurato, puntuale e continuo sulla trasparenza delle condizioni commerciali proposte, sul rispetto delle norme e delle pratiche da seguire per poter effettuare vendite online. Scopo della certificazione è aiutare il consumatore ad orientarsi nelle sue scelte grazie all’esposizione del logo “SonoSicuro” nelle pagine web. L’utente può quindi verificare lo status del negozio cliccando sul logo, e fare i suoi acquisti con sicurezza, poiché il sito ha superato i controlli effettuati dai certificatori Aicel.

Per ottenere la certificazione occorre seguire un percorso articolato, che per il negozio significa differenziarsi dalla concorrenza. L’e-shop deve garantire alla clientela la qualità del servizio, la trasparenza delle condizioni di vendita, la chiarezza delle comunicazioni e della gestione della privacy, la sicurezza delle transazioni economiche e la corretta informazione pubblicitaria.

Il certificato ha la durata di un anno, poi l’associazione rivede il sito e le sue procedure commerciali. Se il comportamento tenuto dal negozio virtuale non risultasse in linea con i requisiti stabiliti dalla certificazione o i clienti avessero segnalato all’Aicel eventuali scorrettezze, il documento verrebbe ritirato. Per segnalare qualcosa di inappropriato, il consumatore può scrivere a: assistenza.consumatori@aicel.org

Sebbene in Italia l’e-commerce sia arrivato un po’ in ritardo rispetto al resto del mondo, oggi sta recuperando alla grande, con un volume di affari che si aggira intorno ai 12,8 miliardi di euro. Il vantaggio economico è alla base del successo, in particolare gli acquirenti apprezzano l’ampia possibilità di comparare prodotti e prezzi.

Articolo realizzato da Cristiana Lenoci

 

 

 

 

Mi chiamo Cristiana Lenoci, sono laureata in Giurisprudenza e specializzata nel campo della mediazione civile. La mia grande passione è la scrittura, ho maturato una discreta esperienza sul web e collaboro per diversi siti. Ho anche frequentato un Master biennale in Giornalismo presso l'Università di Bari e l'Ordine dei Giornalisti di Puglia.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>